Loader

More surgelate: ricette, utilizzo in cucina e caratteristiche

Di : | Commenti disabilitati su More surgelate: ricette, utilizzo in cucina e caratteristiche | On : 28 Aprile 2021 | Categoria : Consigli

more surgelate

Le more surgelate

Le more riescono a mettere d’accordo un po’ tutti i gusti, anche quelli più difficili da accontentare. Questi deliziosi frutti, tuttavia, si possono trovare freschi soltanto in piena estate. Per avere delle scorte per tutto l’anno è comunque possibile acquistare more surgelate contenute all’interno di pratici sacchetti. Altrimenti si possono raccoglierle, per poi conservarle in freezer, avendo cura di adottare il metodo giusto. Ecco tutto quello che bisogna sapere sull’argomento.

More surgelate valori nutrizionali

La mora congelata è un frutto ricco di antiossidanti, vitamine, fibre e minerali che aiutano a migliorare le naturali funzionalità del nostro organismo. Con soli 43 calorie per 100 grammi, le more forniscono infatti un elevato carico di energia a basso indice glicemico, pertanto possono essere consumate anche da quelle persone che soffrono di diabete e che devono seguire una dieta quanto più possibile bilanciata. Inoltre, grazie all’elevato contenuto di acqua e potassio, svolgono una profonda azione depurativa, oltre che diuretica.

Quando raccogliere le more

La raccolta delle more avviene in estate, esattamente fra luglio e settembre, in base alla varietà. Questi frutti si trovano solitamente quando si fanno passeggiate nei boschi ma purtroppo, una volta staccate dal rovo, deperiscono in fretta e quindi andrebbero consumate velocemente.

Ecco perché molti preferiscono acquistare more surgelate presso la grande distribuzione.

Come usare le more surgelate

Una volta scongelate le more si possono mangiare da sole oppure dentro allo yogurt e in abbinamento con un gelato. Se la quantità è sufficiente si utilizzano soprattutto per preparare deliziose confetture e marmellate che serviranno a guarnire torte e dolci durante l’inverno. Quando vengono scongelate devono restare in frigo ma non più di qualche giorno. Il consiglio è comunque quello di mangiarle il prima possibile, in quanto il frutto tende a seccarsi e a perdere progressivamente la sua consistenza.

Come congelare le more

Le more si possono congelare lasciandole al naturale oppure zuccherate. Nel primo caso bisogna lavare accuratamente i frutti raccolti in acqua fredda e scolarli per bene, eliminando quelle bacche danneggiate, foglie e terriccio. Quando l’acqua sarà completamente drenata sarà possibile adagiare i frutti sopra un vassoio ricoperto da carta forno, avendo cura che le bacche non si tocchino fra loro. L’aggiunta della carta forno è molto importante, perché altrimenti quando la mora sarà congelata non si staccherà e finirà per rompersi.

Le more si possono versare direttamente sulla teglia, ma in questo caso si ottiene un unico blocco congelato. Quando le more sono tante e si vogliono mantenere separate basta fare diversi strati di frutta intervallati con fogli di carta da forno, così da aumentare la superficie disponibile. Appoggiato il vassoio sul ripiano del freezer, si consiglia di attendere una notte per essere sicuri che i frutti saranno tutti completamente congelati. In ogni caso si ricorda di non esagerare con i tempi di congelamento, altrimenti la superficie esterna delle bacche si rovinerà.

I frutti andranno poi trasferiti nei sacchetti adatti per l’uso del freezer, facendo in modo di eliminare l’aria in eccesso, eventualmente anche con l’uso di un macchina per sottovuoto. Questi frutti di bosco resistono all’interno del congelatore per circa 6 mesi.

Quando, invece, si preferisce congelare le more zuccherate, dopo aver lavato e tamponato per bene le singole bacche ed eliminato quelle acerbe, bisogna aggiungere circa 80 grammi di zucchero per ogni chilo di frutta. Si procede mescolando delicatamente, facendo in modo di non schiacciare i frutti, così che lo zucchero possa distribuirsi uniformemente, fino a formare una sorta di sciroppo. Le more andranno poi confezionate all’interno di sacchetti oppure di contenitori in plastica adatti per il freezer. In questo caso, quindi, non è necessario separare le more perchè l’aggiunta dello zucchero preserva la consistenza del frutto. Tuttavia, coloro che vogliono congelare le more singolarmente, potranno comunque ricorrere alla tecnica del vassoio, ma ciò comporta tempi di preparazione più lunghi.

Come scongelare le more

Bisogna ricordare che le more non vanno scongelate quando devono essere usate per le preparazioni da forno, perché altrimenti si rischia di aggiungere acqua al composto. In alcuni casi è possibile scongelarle solo parzialmente nel microonde, in modo da evitare l’eccessiva umidità. Il tempo di scongelamento varia in base all’elettrodomestico che viene usato, oltre che alla quantità delle bacche.

Molte volte le more congelate rilasciano succo che macchia la pastella. Per questo motivo può essere utile passarle prima con la farina, in modo da non alterare il gusto e al contempo assorbire la fuoriuscita dei succhi.
Non mancano casi in cui bisogna decongelare le more prima di poterle usare per realizzare la ricetta. Questo succede soprattutto nel caso delle preparazioni liquide, come ad esempio sciroppi per gelati e shortcake. Stavolta bisogna prendere le more, immergerle in acqua e attendere circa 15 minuti. Per evitare che il sacchetto in cui sono contenute le bacche galleggi e fare in modo che lo scongelamento avvenga in maniera uniforme, si può inserire un peso, come ad esempio un piatto oppure un coperchio.

Lo scongelamento, come è facile immaginare, è anche necessario quando le more devono essere mangiate crude. Oltre allo scongelamento rapido in acqua fredda, sarà possibile lasciare il sacchetto a temperatura ambiente per una notte. A questo punto basta mettere le more all’interno di un colino per eliminare tutta l’acqua in eccesso e scartare i frutti danneggiati. Le more scongelate potrebbero avere una consistenza molle e un aspetto meno gradevole rispetto a quelle fresche, ma in ogni caso il gusto non deluderà le aspettative. Il frutto sarà infatti dolce e succoso.


More surgelate ricette

Oltre alla classica marmellata, grazie alle more congelate si possono preparare molte ricette sfiziose e salutari. Ad esempio, si possono cucinare in padella per avere una composta da spalmare su pane e crostini oppure le singole bacche si possono impiegare per realizzare golosi frullati, perfetti per una pausa pomeridiana e ricaricare le energie. Muffin alle more, cheesecake con le more, crostata di more, gelati e plumcake a base di more congelate sono altre specialità da portare in tavola.

Torta con le more surgelate

Una delle ricette più amate che è possibile realizzare con le more congelate è sicuramente la torta con pasta frolla. Si tratta di una ricetta non complicata, ideale per fare una pausa, una merenda o per concludere una cena in famiglia. Per realizzare questo dolce servono i seguenti ingredienti:

  • 100 gr di zucchero a velo
    2 tuori
    scorza di mezzo limone
    250 gr di farina tipo 00
    130 gr di burro
    un pizzico di sale fino
    450 gr di more
    75 gr di zucchero di canna

La prima cosa da fare è mettere all’interno di una ciotola le more con la scorza di limone e lo zucchero di canna. Mescolare delicatamente gli ingredienti con un cucchiaio, coprire con la pellicola e lasciare risposare per almeno 5 ore a temperatura ambiente.

A questo punto si passa alla preparazione della pasta frolla. All’interno del mixer versare la farina setacciata, il pizzico di sale, il burro tagliato a piccoli pezzetti e lo zucchero a velo, per poi mescolare e creare sul piano da lavoro la classica fontana in cui incorporare i tuorli. Iniziare ad amalgamare il tutto, anche usando una forchetta, fino a quando il composto non sarà ben compatto e completamente privo di grumi. Bisogna fare attenzione a non scaldare l’impasto, quindi formare un panetto e avvolgerlo con la pellicola, per farlo riposare circa 30 minuti all’interno del frigorifero.

Stendere la pasta sul piano da lavoro ricoperto di farina e formare due dischi di cui uno della stessa misura di una teglia rotonda con bordi ondulati e l’altro leggermente più piccolo. In alternativa andrà bene anche uno stampo per crostata che non sarà necessario imburrare. Dopo aver fatto aderire il primo disco di pasta allo stampo, bisogna bucherellare il fondo con una forchetta. Farcire la torta con le more macerate e coprire la superficie con il secondo disco, bucherellando la superficie. Mettere in forno statico per circa 40 minuti a 175°. Finita la cottura, lasciare raffreddare la torta prima tagliarla a fette e servirla a tavola.

marmellata di more surgelata

Marmellata di more surgelate

Caratterizzata da un sapore dolce e avvolgente, la marmellata di more surgelate si può consumare con fette biscottate e pane, a colazione, durante la merenda pomeridiana e tutte quelle volte in cui si ha voglia di un semplice spuntino. Per preparare questa deliziosa marmellata, molto apprezzata anche dai bambini, servono i seguenti ingredienti:

  • 550 gr di more
    175 gr di zucchero bianco
    1 cucchiaio di succo di limone
    1 cucchiaio di acqua

Per prima cosa si devono lavare le more fresche sotto l’acqua corrente fredda, in modo da eliminare foglie, terriccio ed eventualmente le bacche danneggiate. Una volta rimossa l’acqua in eccesso, bisogna trasferire le more all’interno di una pentola con fondo antiaderente insieme al cucchiaio di acqua. Le more surgelate vanno inserite direttamente nella pentola senza scongelarle.  Lasciare cuocere per circa 30 minuti a fuoco basso, mescolando delicatamente con un mestolo di legno. Questo passaggio è molto importante, per evitare che le more si possano bruciare.

Trascorso questo tempo bisogna proseguire la cottura a fuoco minimo, aggiungere lo zucchero bianco e il succo di limone, fino a quando si raggiunge la consistenza desiderata, che deve essere piuttosto cremosa. La regola del piattino aiuterà a capire quando la marmellata è pronta. Se infatti la confettura scivola sul piatto, vuol dire che non ha raggiunto la corretta consistenza e deve cuocere ancore.

Terminata la fase della cottura, volendo si può passare il contenuto con un mixer per rendere il tutto ancora più fluido e facile da spalmare. Usando l’attrezzo a maglie larghe sarà anche possibile eliminare i fastidiosi semi delle bacche per avere così una marmellata ancora più gradevole al palato.

A questo punto sarà possibile trasferire la marmellata all’interno dei singoli vasetti di vetro precedentemente sterilizzati. A questo riguardo si precisa che i contenitori devono bollire per almeno 20 minuti, in modo da essere sicuri di togliere ogni impurità. La marmellata deve essere poi confezionata ancora ben calda e bisogna chiudere il barattolo a testa in giù, in modo da favorire il sottovuoto. La confettura di more congelate si può conservare nella dispensa per circa 12 mesi. Una volta aperto il barattolo, questo può restare in frigo per non più di 15 giorni.

La marmellata di more si presta a tantissimi interessanti abbinamenti. Oltre che con il cioccolato fondente, si sposa bene con formaggi di capra e pane tostato, per creare così degli aperitivi sfiziosi e diversi dai soliti. Naturalmente può essere usata per guarnire muffin, crostate, ciambelle e torte.