Strudel

2012-12-14
delicious strudel
Lo strudel è uno stupendo dolce per la stagione invernale, anche nessuno vieta di assaporarlo anche d’estate, soprattutto se vi trovate in vacanza nelle zone dove lo strudel è nato: cioè nelle valli del nord-est italico, Trentino Alto-Adige in primis.
Vediamo la procedura per la sua realizzazione.

Ingredienti

  • La pasta:
  • 200 g di farina
  • 35 g di burro
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 1 uovo
  • sale
  • Il ripieno:
  • Mele: 300 g (poco meno di 2 mele)
  • Uvetta sultanina: 40 g
  • 30 g di Brandy
  • 70 g di burro
  • 1 cucchiaio di pane grattugiato
  • 40 g tra pinoli, noci e mandorle (con le noci e le mandorle sgusciate e spezzettate)
  • 70 g di zucchero
  • scorza grattugiata di mezzo limone biologico
  • Cannella in polvere: un pizzico.

Preparazione

Step 1

In un mixer da cucina, amalgamate la farina con un pizzico di sale, lo zucchero, 2 cucchiai di acqua tiepida, il burro lasciato a temperatura ambiente e l'uovo. Otterrete una "palla" omogenea di pasta che avvolgerete in un canovaccio infarinato e lascerete riposare in frigorifero per circa 30 minuti.

Step 2

Nel frattempo, preparate il ripieno: mettete le mele affettate e tagliate a piccoli tocchetti nel Brandy, assieme ai pinoli, alle noci e alle mandorle. Fate rosolare in un tegamino il burro per il ripieno con il pangrattato. Aggiungete poi la scorza di limone, lo zucchero e la cannella.

Step 3

Stendete la pasta su un ripiano infarinato fino a ottenere una sfoglia di circa 4-6 mm di spessore. Distribuite il contenuto del tegamino con zucchero, pangrattato ecc. sulla superficie della pasta. Aggiungete in modo uniforme, lasciando 2 cm di spazio libero dal ripieno ai bordi della pasta, le mele e la frutta secca.

Step 4

Arrotolate la pasta avendo cura di trattenere all'interno della sfoglia tutti gli ingredienti, chiudendolo pressando i bordi in modo che non possa fuoruscire alcunché. Adagiatelo su carta forno e infornatelo a 180 gradi per circa 45 minuti.

Lo strudel può essere servito, in piatti individuali, a fette da 2-3 cm di spessore. La tradizione vuole che sia servito caldo, ma nulla vieta di assaporarlo anche a temperatura ambiente, accompagnato da una spolveratina di zucchero a velo.
Il vino di accompagnamento può essere un bianco aromatico come il Traminer dell’Alto Adige.
  • Persone : 4
  • Preparazione :
  • Cottura :
  • Pronta in :