Spongarda di crema

2015-07-22
Spongarda di crema

Spongarda di crema

Il termine spongarda deriva dal latino spongia, spugna, e si riferisce alla forma di questo dolce le cui origini risalgono all’inizio dell’ottocento in Lombardia.

Ingredienti

  • 350 gr di farina bianca 00
  • 110 gr di burro
  • 100 gr di mandorle tostate
  • 100 gr di nocciole
  • 100 gr di noci
  • 50 gr di pinoli
  • 50 gr di cedro candito
  • 1 pizzico di cannella
  • 350 gr di mele
  • 350 gr di uvetta
  • noce moscata
  • 1 uovo
  • zucchero a velo

Preparazione

Step 1

Mettiamo in ammollo in acqua calda l'uvetta almeno la sera prima. Prepariamo le mele tagliandole a fettine sottili. Tritiamo in maniera grossolana la frutta secca ed il cedro, ed uniamo l'uvetta dopo averla strizzata per bene. Aggiungiamo al composto ottenuto le mele a fettine, la cannella ed una grattatina di noce moscata.

Step 2

Misceliamo per bene e teniamo da parte. Nel frattempo prepariamo la pasta. In una scodella mettiamo la farina, il burro ed acqua bollente q.b., e lavoriamo a lungo fino ad ottenere un composto omogeneo, morbido ed elastico, con cui formiamo una palla.

Step 3

Su una spianatoia stendiamo con un mattarello la pasta fino ad ottenere una sfoglia spessa 1/2 cm circa, da cui ricaviamo due tondi aventi diametro circa 25 - 30 cm. Ricopriamo una delle due basi con il composto che abbiamo preparato, dopo averla bucherellata con i rebbi di una forchetta.

Step 4

Ricopriamo con l'altro tondo di pasta e ripieghiamo i bordi per sigillare il ripieno all'interno. Spennelliamo la superficie con un uovo sbattuto per ottenere una bella doratura, dopo averla bucherellata per evitare che durante la cottura si rigonfi e si rompa. Mettiamo in forno caldo a 190°C per 40 - 45 minuti.

Step 5

Quando si sarà raffreddata spolverizziamola con zucchero a velo. Se viene riposta in un luogo fresco ed asciutto, la spongarda di Crema può essere consumata anche dopo molti giorni dalla sua realizzazione.

Questo dolce può essere servito a fine pasto, accompagnato da un vino dolce e corposo come lo Zibibbo Passito; ma è ottimo anche per una merenda, accompagnato da una tazza di thè nero. Essendo un dolce natalizio può essere gustato insieme al panettone, al pandoro ed al panforte di Siena, senza esagerare con le porzioni.

Il tempo di preparazione è di circa 30 minuti, oltre alle 12 ore per l’ammollo dell’uvetta ed al tempo necessario perché si raffreddi; il tempo di cottura è di 40 – 45 minuti.

 

  • Persone : 4
  • Preparazione :
  • Cottura :
  • Pronta in :