Pesche scaligere

2014-12-29

Le pesce scaligere sono un tipico dolce di origine veneta che si sposa perfettamente al periodo natalizio, permettendo dunque alle persone di poter gustare quest’ottimo dolce veloce da preparare.

Ingredienti

  • Circa un chilo e mezzo di pesche a pasta gialla
  • Duecento grammi di mandorle
  • Cinquanta grammi di burro
  • Venti amaretti
  • Un bicchiere di grappa
  • Cento grammi di zucchero
  • Cento grammi di miele

Preparazione

Step 1

Dovete preparare le pesche, lavandole con grande cura, in maniera da rimuovere ogni traccia di medicina o altre sostanze dannose per il proprio organismo. Successivamente, dovete aprire le pesche, ma attenzione: dovete cercare di rimuovere in torsolo, e di aprirle il tanto giusto per poter togliere il seme dal loro interno.

Step 2

Dovete dunque aprirle dalla parte superiore, facendo tantissima attenzione a non tagliare le pesche a metà, dato che queste poi saranno completamente inutilizzabili. Una volta che avete preparato le pesche, dovete frantumare le mandorle, trasformandole quasi in polvere: ponetele in un recipiente e successivamente aggiungete il miele, e lo zucchero, ed infine la grappa.

Step 3

Dovete mescolare per bene il tutto, affinché il ripieno diventi unico. Imburrate ora una teglia da forno: spalmate per bene il burro, in maniera tale che la teglia sia oleosa ma non troppo, e che questa lo sia in ogni parte della stessa.

Step 4

Adesso versate, utilizzando un cucchiaio, il ripieno in ogni singola pesca: cercate di metterne lo stesso tanto in ogni singola pesca, senza ovviamente aggiungerne troppa.

Step 5

Ponete infine le pesche nella teglia, una vicino all'altra, e ponetele in forno a cuocere, per circa trenta minuti a duecento gradi: cercate di controllare che la pesca sia ben cotta, in quanto a seconda della sua dimensione, potrebbe occorrere più tempo oppure meno. Quando le pesche sono leggermente molli, dovete toglierle dal forno, evitando dunque di bruciarle e farle sciogliere.

Accompagnamento.

Il Bianco di Custoza Passito è il migliore, e la carne d’agnello non sfigura certo come pietanza che la precede.

  • Persone : 4
  • Preparazione :
  • Cottura :
  • Pronta in :