Come cucinare dolci al microonde

Come cucinare dolci al microonde

Come cucinare dolci al microonde

Il forno a microonde è uno strumento che ha trovato una diffusione sempre maggiore nelle case di tutti, anche se inizialmente, o ancora per la maggior parte dei casi, viene visto come un valido supporto solo o soprattutto per scongelare o scaldare le pietanze già pronte o avanzate.
In realtà, esistono in commercio dei forni a microonde tanto sofisticati da poter sostituire in tutto e per tutto il forno tradizionale, con un vantaggio innegabile: essi infatti dimezzano e diminuiscono notevolmente i tempi di cottura usuali, e in più mantengono intatte le proprietà nutritive degli alimenti, proprio per la particolare tecnologia che utilizzano.

Se si possiede un forno a microonde quindi, anche il più semplice e basilare, lo si può tranquillamente usare per cucinare davvero di tutto: anche, ad esempio, i dolci. Basta tenere presente alcune differenze fondamentali rispetto al forno tradizionale.

Anche se non si ha a disposizione un ricettario specifico per il microonde, infatti, si possono tranquillamente riadattare le “ricette della nonna” a questo nuovo dispositivo. Le dosi e la preparazione dei dolci non devono differire assolutamente in nulla: quello che cambia, è la modalità di cottura, e spesso anche il risultato finale, ma solo a livello estetico, e non di gusto!

Il forno a microonde infatti, a meno che non si tratti di un modello che dispone delle funzioni dette “crisp” o “grill”, non ha la capacità di dorare le superfici. Le torte rimarranno quindi sempre un po’ più “pallide” rispetto a quelle cotte in un forno tradizionale, tanto elettrico che ventilato. Questo però non deve ingannare: sono comunque cotte, e lasciarle in forno dell’altro tempo significherebbe solo sciuparle, e non certo farle colorire!
Questo significa anche che, per cospargere la teglia di cottura, non si deve usare la farina, perchè lascerebbe umido l’impasto.

Per quel che riguarda i contenitori di cottura, non si devono assolutamente usare le tradizionali teglie in alluminio o metallo. Infatti, nel microonde possono essere messi solo dei materiali appositi, come ad esempio il pirex o dei tipi speciali di plastiche o siliconi. Il burro per ungere la base va sempre usato ma non, come si è detto, la farina.
Anche il tempo di cottura va drasticamente diminuito: in genere, si deve considerare la metà di quello usuale.
Ma un dato fondamentale, nel momento in cui si voglia realizzare un dolce lievitato, è quello di usare il lievito apposito per la cottura in microonde. In commercio lo si può trovare ormai con estrema facilità, e questo garantirà una lievitazione perfetta, e un impasto soffice, spugnoso e cotto al punto giusto.
Per quel che concerne le crostate, a meno che non si abbia un microonde con funzioni avanzate, meglio evitare di usare questo tipo di forno per la loro cottura, perchè la pasta non verrà mai croccante.
Ma per il resto, si possono preparare tutte le preparazioni che si desiderano, e che suggerisce la fantasia culinaria!